Via delle Sette Chiese, 144 - 00145 Roma
800 616 191
info.agenti@usarci.it

Previdenza

La Previdenza dell'Agente

Gli Agenti di commercio sono soggetti ad una duplice contribuzione (Inps ed ENASARCO).
A fronte di ciò, essi avranno diritto a due distinte pensioni, ciascuna con sistemi di calcolo e requisiti differenti tra loro.

L'Associazione assiste i suoi soci in tutto ciò che riguarda le pratiche e le richieste presso entrambi gli Enti previdenziali.

Usarci inoltre collabora sull'intero teritorio nazionale con il Patronato Acli per l'assistenza ai propri associati, con particolare riguardo alle pratiche verso l'Inps.

Per tutta la modulistica Inps ed ENASARCO consultare la sezione "Documenti e Moduli" al seguente link: Documenti e Moduli

 

Domande Frequenti
A norma del Regolamento delle Attività Istituzionali della Fondazione ENASARCO la preponente straniera è assoggettata all’obbligo di versare i contributi in favore dell’Agente quando quest’ultimo operi sul territorio italiano, e la preponente abbia sede o una qualsiasi dipendenza (filiale, ecc…) in Italia. Nel caso in cui non sussistano tali elementi la preponente straniera non è tenuta agli obblighi contributivi, sebbene possa assumere volontariamente, con apposito atto di impegno nei confronti della Fondazione ENASARCO, l’impegno al versamento contributivo.
È opportuno calcolare accuratamente i contributi dovuti sulla base delle fatture provigionali emesse, e confrontarli con quelli che appaiono accreditati sul conto previdenziale ENASARCO.
Ove effettivamente emergano anomalie l’Agente può informare la preponente, richiedendo che essa provveda a regolarizzare il versamento; ove ciò non avvenisse, è possibile segnalare tramite apposita modulistica (online e cartacea) agli Uffici Ispettivi ENASARCO l’irregolarità, affinché gli ispettori di vigilanza dell’Ente provvedano a visita ispettiva presso la preponente, con conseguente redazione di verbale di omissione contributiva, e l’obbligo per la preponente di pagare gli importi omessi, gravati di interessi e sanzioni (che tuttavia non sono mai a carico anche dell’Agente).
A seguito dell’ultima modifica al regolamento delle attività istituzionali della fondazione ENASARCO è stata prevista – a regime – un’età anagrafica minima di 67 anni (unificata per uomini e donne).
Sì, l’Agente di commercio è infatti soggetto ad una duplice contribuzione (Inps ed ENASARCO).
A fronte di ciò, egli avrà diritto a due distinte pensioni, ciascuna con sistemi di calcolo e requisiti differenti tra loro.